Saturimetri Da Polso Con Allarmi: Quale Scegliere

I dispositivi medicali sono in continuo sviluppo.

Pensa che alcuni di questi – con il passare del tempo – sono diventati talmente piccoli che è portarli con sé è un gioco da ragazzi.

Uno degli esempi più importanti è senza dubbio il saturimetro.

Stiamo parlando di un accessorio che, oltre ad essere molto utile, è facile da utilizzare.

A che cosa serve il saturimetro?

In poche parole, serve a misurare il livello di ossigeno presente nel sangue.

Il modello più diffuso sul mercato è sicuramente il saturimetro da dito.

E farlo funzionare è un gioco da ragazzi.

Cioè?

Tutto quello che devi fare è inserire il dito nell’apposita fessura dell’accessorio e comincerà l’analisi.

Pochi secondi dopo potrai leggere i valori dell’esame appena effettuato.

Ma oggi voglio parlarti d’altro.

In che senso?

Esiste una variante a questo strumento chiamato saturimetro da polso.

I migliori saturimetri da polso

Hai mai sentito parlare di questo prodotto?

Se la tua risposta è no, non preoccuparti.

In questo articolo troverai tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Saturimetro o ossimetro da polso

Cominciamo dall’inizio.

Il pulsossimetro da polso non è molto diverso dal tradizionale saturimetro.

Come avrai intuito dal nome, questa variante va messa al polso.

E come effettua la misurazione?

Si serve di una vena presente sul polso.

E so cosa stai pensando.

Sono più affidabili i risultati del saturimetro da dito o quelli del saturimetro da polso?

In realtà non c’è grande differenza.

L’unico dettaglio riguarda il fatto che è più facile tenere il polso fermo.

La mano invece può muoversi ed alterare la misurazione, soprattutto se questo esame deve essere fatto ad un bambino.

Ma non preoccuparti.

Per quest’ultimo caso esistono degli appositi saturimetri pediatrici che sono davvero utilissimi.

Comunque, le cifre dei risultati mostrati sul saturimetro variano da 0 a 100.

E se è la prima volta che effettui questo esame, puoi leggere l’articolo relativo ai valori normali della saturazione di ossigeno nel sangue.

Una volta conclusa quella lettura avrai un’idea generale su quali siano dei valori ottimali per questa misurazione.

Ma devo fare un’importante precisazione.

I valori di riferimento variano di persona in persona.

E cambiano in base a:

  • Salute
  • Età
  • Parametri fifsici

E molto altro ancora.

Detto ciò, avere un saturimetro ossimetro da polso o pulsossimetro sempre con sé è importantissimo.

Soprattutto se si hanno problemi di salute ed è necessario essere sempre monitorati.

Come usare il saturimetro da polso

Ora voglio spiegarti come funziona questo strumento.

Prima di tutto devi assicurarti che la misura del bracciale del saturimetro sia adeguata per il tuo braccio.

Una volta trovata la misura giusta, puoi bloccarlo con il gancio annesso (molto simile a quello che si trova su qualsiasi orologio da polso).

Poi devi controllare anche un altro dettaglio.

E sarebbe?

Il monitor del dispositivo deve trovarsi sulla parte superiore del braccio.

E non deve muoversi.

Una volta concluse queste procedure puoi cominciare l’analisi premendo l’apposito pulsante.

Il miglior saturimetro da polso

Come avrai capito, questi prodotti da polso sono delle speciali varianti del saturimetro.

In questa parte dell’articolo ho raccolto per te i migliori saturimetri da polso che puoi trovare in commercio.

Saturimetro da polso Pulox PO-400

Saturimetro PULOX PO-400

Il Pulox PO-400 è un moderno pulsossimetro da polso con allarme.

Ha un sacco di caratteristiche utili.

Ad esempio?

Ecco cosa è in grado di fare:

  • Misura precisamente il livello di saturazione dell’ossigeno nel sangue e la frequenza cardiaca
  • Display OLED che permette la visualizzazione dei risultati in modo chiaro e semplice
  • Possibilità di impostare l’allarme scegliendo i valori di riferimento per i limiti
  • Suoni di polso
  • Memoria interna in grado di registrare l’attività fino a 24 ore

E c’è dell’altro.

Nella confezione di questo prodotto trovi un sacco di accessori utili che puoi utilizzare per sfruttare al 100% questo saturimetro.

Per esempio?

Oltre al Pulox trovi anche un sensore esterno ed un cavo USB per ricaricarlo.

Le persone che hanno già acquistato questo modello sono rimasti super soddisfatti.

Davvero?

Certo.

In un confronto con un dispositivo medico professionale i risultati finali delle analisi mostrano solo una piccola differenza.

Il PO-400 infatti misura il 2% di ossimetria e qualche pulsazione in meno.

E poi impiega pochissimo tempo per eseguire le analisi.

Ha qualche difetto questo saturimetro?

L’unico limite forse riguarda il processo di registrazione.

In che senso?

In effetti non riesce a registrare l’attività per 24 ore.

Una volta raggiunte le 15-18 ore si verifica un errore e si attiva l’allarme del saturimetro.

E c’è qualche soluzione?

Certo.

Puoi:

  • Scaricare i dati registrati fino a quel momento
  • Resettare la registrazione

Resettare?

Esatto.

Infatti ogni volta che avvii una nuova registrazione, quella precedente viene cancellata.

Se invece vuoi utilizzare questo saturimetro solo come monitor dei valori, allora la sua autonomia supera abbondantemente le 24 ore.

Acquista questo saturimetro da polso qui ad un prezzo incredibile.

Saturimetro da polso GIMA

Saturimetro da polso Gima

Il secondo modello che voglio farti conoscere è il saturimetro GIMA da polso.

Sai perché l’ho inserito in questa classifica?

Perché è indispensabile per gli atleti.

Per quale motivo?

Perché se indossato al polso riesce a tracciare l’attività sportiva senza essere d’intralcio.

Assomiglia ad un normale orologio, ma ha un sacco di funzioni in più, come:

  • Misurazione di SpO² (saturazione di ossigeno nel sangue) e le pulsazioni
  • Possibilità di personalizzare inserendo valori personalizzati per l’allarme acustico e visivo
  • Possibilità di visualizzare uno speciale grafico con i valori di SpO² e le pulsazioni
  • Selezione della modalità di salvataggio dei dati
  • Può conservare fino a 500 ore di dati numerici in memoria
  • Funzione di orologio e visualizzazione della data odierna

E poi c’è anche un eccezionale software dedicato che puoi installare sul PC per leggere e controllare tutte le misurazioni che hai fatto con questo pulsossimetro da polso GIMA.

Acquista questo straordinario modello qui ad un prezzo imbattibile.

Saturimetro da polso Heal Force Prince -100H

Saturimetro da polso Heal Force Prince

L’ultimo modello che voglio farti conoscere oggi è l’Heal Force Prince -100H.

Come avrai già notato, è un dispositivo molto piccolo.

Le sue dimensioni lo rendono perfetto per essere trasportato in giro.

E poi, a differenza di molti altri saturimetri, questo può misurare l’SpO², il battito cardiaco ed anche l’indice di perfusione (si indica con la sigla PI).

A questo modello è collegata una sonda di gomma morbida che rende comodissimo portare questo saturimetro sul polso per tutto il giorno.

E poi ha una speciale tecnologia che gli permette di monitorare con precisione tutti i valori anche se l’utente che lo indossa fa dei movimenti bruschi o svolge attività sportiva.

Ma c’è dell’altro.

Volendo puoi osservare lo storico delle misurazioni che hai effettuato direttamente sul saturimetro o sul PC con l’apposito programma.

Poi ha anche altre fantastiche funzioni, come:

  • Misurazione precisa dei valori e tecnologia anti-motion
  • Impostazione ed attivazione dell’allarme acustico nel caso di risultati anomali
  • Display OLED che rende facile leggere i valori delle misurazioni
  • Cinturino in velcro regolabile in base alle dimensioni del polso

Nella scatola di questo Heal Prince troverai anche un dettagliato manuale che ti spiegherà come utilizzarlo al meglio.

Puoi acquistare questo fantastico strumento qui ad un prezzo da vero affare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it