A Che Cosa Serve l’Aerosol e Le Domande Più Frequenti

L’aerosol è uno mezzo molto utilizzato per combattere malattie e malanni.

Ma ci sono delle domande importanti a cui voglio rispondere in questo articolo.

A cosa serve l’aerosol? Come funziona? Quando deve essere utilizzato (e quando non)?

A Cosa Serve l Aerosol?

L’aerosol serve a curare le patologie BASSE delle vie respiratorie. Grazie a questo strumento i farmaci (trasformati in piccolissime gocce) arrivano nei polmoni e nei bronchi.
In questo modo non è necessario usare le medicine per bocca ma gli effetti saranno gli stessi ed eviterai i fastidiosi effetti collaterali.

Uno dei benefici aerosol si nota con l’uso di farmaci broncodilatatori ed antinfiammatori, utilissimi per combattere bronchite asmatica, bronchiolite ed asma bronchiale.

Anhe se in casi rari l’aerosol viene usato anche per somministrare farmaci che servono a combattere pericolose malattie come la displasia broncopolmonare, fibrosi cistica e la broncopneumopatia cronica.

Quando NON bisogna usare l’aerosol?

L’aerosol non serve a:
Curare patologie delle ALTE vie respiratorie (raffreddore, faringite, laringite ed otite). Per combattere questi malanni basta una buona e frequente pulizia del naso.
Idratare le vie respiratorie. Per risolvere questo problema serve assumere liquidi a sufficienza o praticare terapie con i vapori.

Che Cos’è L’Aerosol?

L’aerosol è uno strumento che permette la dispersione di gas o aria (o gas propellente) per mezzo di particelle solide/liquide. Queste sostanze sono molto efficaci per diverse terapie (come l’aerosolterapia).
Quando viene acceso, questo accessorio rilascia un miscuglio di aria e farmaco nell’inalatore facendolo entrare nelle vie respiratorie (bocca e naso) così da raggiungere i polmoni.

Che Cos’è Il Miscuglio di Aria e Farmaco? Come Viene Rilasciato?

Il mix di aria e farmaco si trova all’interno di dispositivi portatili (spray o inalatori). Viene rilasciata in modo contato per mezzo di spruzzi o con un liquido con all’interno il farmaco che va a finire nel nostro corpoo attraverso un nebulizzatore.

In base alle dimensioni di gocce o particelle gli effetti possono essere diversi:
Particelle Grandi (diametro 10 Micron): arrivano fino alla bocca e faringe
Particelle Piccole (diametro 0,5-5 Micron): arrivano fino alle diramazioni più sottili del sistema respiratorio (sono le più comuni)
Particelle Molto Piccole (diametro inferiore a 0,5 Micron): arrivano così in profondità che non si depositano neanche nei polmoni ma vengono rilanciate fuori.

Che differenza c’è tra i farmaci per aerosol “in soluzione” ed “in sospensione”?

Il farmaco che si mescola con l’aria può essere:

In soluzione: il farmaco viene sciolto e una volta mescolato con aria (o gas propellente) le gocce della nebbia prodotta avranno tutte la stessa quantità di farmaco.
In sospensione: il farmaco forma delle piccole macchie nel liquido (come fa l’olio quando si mischia con l’acqua). Ciascuna delle gocce della “nebbia” avrà una sua quantità di farmaco all’interno.

È una differenza importante da conoscere, perché – ad esempio – gli aerosol ad ultrasuoni non funzionano con i farmaci in sospensione, anzi li fanno surriscaldare e possono causare effetti collaterali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it